Mamma Lucia, la “madre dei morti”

Una donna semplice, la madre salernitana dal cuore d’oro conosciuta da tutti come Mamma Lucia. Durante la guerra si è sempre impegnata ad aiutare i malati ed i soldati in ospedale. Dopo il secondo conflitto, spinta dal profondo legame verso il prossimo, si è dedicata a dare una degna sepoltura a circa 800 soldati caduti nel corso della seconda guerra mondiale. Perché, come lei stessa diceva, l’amore non ha confini. Facciamo tutti parte della stessa famiglia.

Leggi il seguito

Internati militari italiani: una storia dimenticata

Arrivati nei lager, ciò che attendeva gli IMI erano il bagno, la disinfestazione, le vaccinazioni e la schedatura. Veniva quindi assegnato a ciascuno un numero al quale dovevano imparare a rispondere in tedesco negli interminabili appelli quotidiani. La loro dimora, di norma, erano delle baracche in legno e mattoni, costruite dai prigionieri rastrellati in Europa dopo l’invasione della Polonia nel 1939

Leggi il seguito

Grande Guerra. La storia di Giuseppe Cerruto, fucilato per decimazione

Questa è la storia di un soldato che partecipò alla Grande Guerra. Un giovane che, come altri migliaia di giovani, lasciarono le loro case e le loro famiglie per prendere parte alla Prima guerra mondiale. Si chiamava Giuseppe Cerruto e morì per mano amica. Fabrizio Corso, saggista e studioso di storia locale, socio delle Associazioni Storiche Carsoetrincee di Trieste e Cimeetrincee di Venezia, con un lavoro minuzioso e certosino, ha ricostruito le vicende di questo ragazzo scavando negli archivi.

Leggi il seguito