28 marzo 1923. Aeronautica militare: una squadra che vola da 97 anni

Una squadra che vola da 97 anni, da quel 28 marzo 1923 quando la Regia Aeronautica nasce come nuova Forza Armata. Poi il 4 novembre, quinto anniversario della vittoria dell’Italia nella Grande Guerra, l’arma azzurra riceve, nelle mani del suo primo Comandante Generale, l’asso e Medaglia d’Oro Pier Ruggero Piccio, la Bandiera di Guerra. Infine il 30 agosto 1925 quello che era stato istituito come Commissariato tecnico diventa Ministero. E’ la svolta nella storia dell’aviazione militare del nostro Paese.

Leggi il seguito

1920: il raid Roma-Tokyo di Arturo Ferrarin e Guido Masiero

Il 15 febbraio 1920 due biplani SVA pilotati dagli italiani Arturo Ferrarin e Guido Masiero diedero vita ad un primato di volo che sarà ricordato come “Raid Roma-Tokyo”. È la storia di un’epopea italiana, fatta di passione, di ardimento, di sacrifici personali: la trasvolata Roma-Tokyo, concepita da Gabriele D’Annunzio nel marzo del 1919 e portata a termine dal pilota Arturo Ferrarin nella primavera del 1920.

Leggi il seguito

Mamma Lucia, la “madre dei morti”

Una donna semplice, la madre salernitana dal cuore d’oro conosciuta da tutti come Mamma Lucia. Durante la guerra si è sempre impegnata ad aiutare i malati ed i soldati in ospedale. Dopo il secondo conflitto, spinta dal profondo legame verso il prossimo, si è dedicata a dare una degna sepoltura a circa 800 soldati caduti nel corso della seconda guerra mondiale. Perché, come lei stessa diceva, l’amore non ha confini. Facciamo tutti parte della stessa famiglia.

Leggi il seguito

Grande Guerra. La storia di Giuseppe Cerruto, fucilato per decimazione

Questa è la storia di un soldato che partecipò alla Grande Guerra. Un giovane che, come altri migliaia di giovani, lasciarono le loro case e le loro famiglie per prendere parte alla Prima guerra mondiale. Si chiamava Giuseppe Cerruto e morì per mano amica. Fabrizio Corso, saggista e studioso di storia locale, socio delle Associazioni Storiche Carsoetrincee di Trieste e Cimeetrincee di Venezia, con un lavoro minuzioso e certosino, ha ricostruito le vicende di questo ragazzo scavando negli archivi.

Leggi il seguito