Un finanziere al servizio della Resistenza

XSane scanned image

“La vita per l’Italia”. Non solo un motto, ma un impegno preso da un gruppo di uomini  decisi a liberare la penisola dal nazi-fascismo dopo l’8 settembre 1943. Tra questi Bachisio Mastinu. Classe 1909, sardo di Bolòtana. Un finanziere che decide di rischiare la sua vita e quella della sua famiglia per diventare un agente … Leggi tuttoUn finanziere al servizio della Resistenza

Tomaso Lomonaco. Un medico siciliano tra gli aviatori

Il Gen.Lomonaco

Un medico siciliano tra gli aviatori L’omaggio di Caropepe Valguarnera al generale Tomaso Lomonaco di Vincenzo Grienti Una vita spesa per la medicina aeronautica e spaziale, quella del generale Tomaso Lomonaco, classe 1901, nato l’8 marzo a Caropepe Valguarnera, in provincia di Enna. La Sicilia gli rende omaggio il 5 agosto 2017 proprio nella sua … Leggi tuttoTomaso Lomonaco. Un medico siciliano tra gli aviatori

Grande Guerra: Paolo Thaòn di Revèl e la difesa di Venezia

Paolo_Emilio_Thaon_di_Revel

Nel ’45 furono chiamati “monuments men” e sono diventati famosi al grande pubblico per via di un libro e di un film che racconta la loro storia. Si tratta del gruppo di 350 uomini e donne tra restauratori, archivisti, direttori di musei, archeologi, che avevano un solo obiettivo: recuperare i capolavori trafugati dalle truppe di … Leggi tuttoGrande Guerra: Paolo Thaòn di Revèl e la difesa di Venezia

25 aprile: l’altra resistenza

Peter_Tompkins

Servizi segreti, partigiani e guerra di liberazione nel racconto di Tompkins, agente dell’Oss americano, la futura Cia. Insieme a Raimondo Craveri dopo l’inizio dell’Operazione Shingle, meglio conosciuta come lo sbarco di Anzio, il 22 gennaio 1944, fonda l’Ori, l’Organizzazione resistenza italiana. L’obiettivo è dare appoggio e aiutare le forze partigiane a combattere il nazifascismo nell’Italia … Leggi tutto25 aprile: l’altra resistenza

Il 23 settembre 1985 l’assassinio di Giancarlo Siani.

Siani e la Mehari-2

Era il 23 settembre 1985 e Giancarlo Siani era arrivato sotto casa con la sua auto, una Citroën Méhari con capote a tela. Due uomini gli spararono mentre era seduto nell’auto. Fu colpito 10 volte in testa da due pistole Beretta 7.65mm: l’agguato avvenne alle 20.50 circa a pochi metri dall’abitazione, in Piazza Leonardo – … Leggi tuttoIl 23 settembre 1985 l’assassinio di Giancarlo Siani.

Rosario Livatino, un uomo affamato di giustizia. Fu ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990

Livatino

“Da giovani crediamo che il «minimo» che il mondo ci debba sia la giustizia; da vecchi ci accorgiamo, invece, che è il «massimo»” dice Marie von Ebner-Eschenbach. Un insegnamento che Rosario Livatino ha scoperto da giovane, e non da vecchio, e lo ha fatto proprio fino alla morte. Nell’agenda di Livatino del 1978 c’è un’ … Leggi tuttoRosario Livatino, un uomo affamato di giustizia. Fu ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990

Edith Stein: la santa martire ed ebrea uccisa il 9 agosto ad Auschwitz-Birkenau

stein

Uccisa il 9 agosto 1942 nel campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau Edith Stein è stata dichiarata compatrona d’Europa il 1° ottobre 1999 da Giovanni Paolo II, che così spiegò la decisione: “Dichiarare oggi Edith Stein compatrona d’Europa significa porre sull’orizzonte del vecchio Continente un vessillo di rispetto, di tolleranza, di accoglienza, che invita uomini … Leggi tuttoEdith Stein: la santa martire ed ebrea uccisa il 9 agosto ad Auschwitz-Birkenau

Il ritrovamento del corpo di Moro il 9 maggio 1978

moro

Dopo una prigionia di 55 giorni nel covo di via Montalcini le Brigate Rosse decisero di concludere il sequestro uccidendo Moro: lo misero dentro il portabagagli di un’automobile Renault 4 rossa, rubata il 2 marzo 1978 a un imprenditore (Filippo Bartoli) nel quartiere Prati, due settimane prima dell’eccidio di via Fani e gli dissero di … Leggi tuttoIl ritrovamento del corpo di Moro il 9 maggio 1978

71 anni fa veniva fucilato a Roma don Giuseppe Morosini

Morosini

Ordinato nel 1937, don Morosini divenne, nel gennaio del 1941, cappellano militare del 4° Reggimento d’artiglieria a Laurana. Trasferito a Roma nel 1943, dopo l’8 settembre entrò nelle file della Resistenza collegandosi con la banda “Mosconi” operante a Monte Mario. Ne divenne assistente spirituale, ma si adoperò anche per procurare armi e vettovagliamenti e, soprattutto, … Leggi tutto71 anni fa veniva fucilato a Roma don Giuseppe Morosini

Il limite secondo Emmanuel Levinas

Emmanuel Levinas

«Il nostro rapporto col mondo, prima ancora di essere un rapporto con le cose, è un rapporto con l’Altro. E’ un rapporto prioritario che la tradizione metafisica occidentale ha occultato, cercando di assorbire e identificare l’altro a sé, spogliandolo della sua alterità». Sono parole del filosofo Emmanuel Lévinas, nato a Kaunas, in Lituania, nel 1905 da una famiglia ebrea e vissuto durante la rivoluzione russa in Ucraina.