Natale 2018 al Museo Tecnico Navale di La Spezia ricordando i caduti della Grande Guerra

Il Museo Tecnico Navale di La Spezia ha voluto ricordare il centenario della fine del primo conflitto mondiale unendo nel simbolo del Natale i fronti opposti. Le medaglie sono quelle commemorative della Grande Guerra, delle Regie Navi e Sommergibili italiani che operarono instancabilmente in molteplici azioni  belliche ma anche in operazioni di soccorso e salvataggio

Leggi il seguito

4 novembre 1918. Riletture, l’aviazione italiana e la Grande Guerra. L’intervista al generale Di Martino

L’intervista a uno dei massimi studiosi ed esperti italiani di storia dell’aeronautica: il generale Basilio Di Martino. In occasione del 4 novembre, a cento anni dalla fine della Grande Guerra, si ripropone l’intervista del febbraio 2014 sull’aviazione italiana durante il primo conflitto mondiale

Leggi il seguito

Atlantic, un aereo che ha fatto la storia. Il Breguet Br1150 al Museo dell’AM di Vigna di Valle

L’Atlantic è stato protagonista di tante memorabili imprese: ha sorvolato il Polo Nord in occasione della commemorazione della spedizione del Dirigibile Italia, ha volato oltre l’equatore, ha toccato quattro dei cinque continenti ed è stato un campione di endurance volando per ben 19 ore e 20 minuti continuativi.

Leggi il seguito

7 ottobre 1943: la deportazione dei Carabinieri di Roma

L’eccidio delle Fosse Ardeatine, i combattimenti di Porta San Paolo, il sacrificio del Vice Brigadiere Salvo D’Acquisto avevano fatto ben comprendere ai nazisti e agli aderenti alla Repubblica Sociale Italiana che i Carabinieri difficilmente sarebbero venuti meno al giuramento di fedeltà prestato e ancor meno si sarebbero resi partecipi o soltanto spettatori di atti di barbarie contro la popolazione, di cui per mandato dovevano essere i difensori.

Leggi il seguito

Grande Guerra. Il ritrovamento del relitto del sommergibile “A. Guglielmotti”

Una storia lunga cento anni per il sommergibile “A. Guglielmotti”, affondato nel marzo del 1917 da un’unità britannica, per sbaglio. A distanza di così tanto tempo il ritrovamento del relitto del sommergibile è avvenuto da parte di Nave Gaeta della Marina Militare ad una profondità di 400 metri, in una posizione correlabile con quella nota del suo affondamento avvenuto intorno alle 21:50 del 10 marzo del 1917 da parte dallo sloop inglese HMS Cyclamen, che lo aveva scambiato per un battello tedesco. Nell’affondamento morirono quattordici membri dell’Equipaggio.

Leggi il seguito