La storia del più grande brigantino a vela del mondo

La storia, la tradizione e la cultura del mare insieme per un’iniziativa senza precedenti. Tutto a bordo del più grande brigantino a vela del mondo battente bandiera della Marina Militare, a conferma dell’impegno dell’Arma navale non solo sul fronte della difesa del nostro Paese ma anche a favore del sociale. Era il 9 ottobre del 2006 Quando il brigantino “Swan fan Makkum” approda a Genova e viene ormeggiato al Ponte Colombo, alla Stazione Marittima. Il 10 gennaio 2007 a bordo dell’imbarcazione viene costituita la Fondazione Tender To Nave Italia Onlus. Poi il 16 gennaio 2007 La Fondazione Tender To Nave Italia ONLUS ottiene il cf n. 95108080102 e successivamente il riconoscimento di personalità giuridica dalla Prefettura di Genova e iscritta al nr. 64 del registro delle Fondazioni Onlus. E’ una storia che cresce con il passare degli anni e l’1 marzo 2007, sempre a Genova, Nave Italia riceve la benedizione impartita dall’Arcivescovo card. Angelo Bagnasco, oggi presidente della Conferenza episcopale italiana, gia’ Ordinario militare. Successivamente viene siglato a Roma il contratto di Comodato d’uso della Nave affidato alla Marina Militare Italiana e issata la bandiera della Marina Militare. I primi membri di equipaggio salgono a bordo. Nel 2008-2009 il Comitato Scientifico di TTNI delinea i principi metodologici propri della Fondazione con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo della persona ed elaborare una piattaforma web per coordinare e monitorare i progetti valutandone e misurandone i risultati.
Ad oggi Nave Italia ha imbarcato oltre 3136 passeggeri “speciali”, ha accolto circa 5000 visitatori e realizzato 153 progetti che in questi anni sono cresciuti di numero e qualità fornendo ai beneficiari percorsi formativi e riabilitativi davvero unici.
La nave permette di alloggiare fino a 24 ospiti oltre l’equipaggio, Nave Italia è un luogo dove si realizzano progetti di ricerca, educazione, formazione e terapia.
E’ la prima nave ad affrontare con professionalità la formazione di chi opera a contatto con il disagio, un’università del mare che si affianca alle strutture a terra quale nodo di scambio di esperienze anche
internazionali.

La nave è iscritta nel quadro del naviglio militare e l’equipaggio è formato da personale della Marina Militare.

Resta il più grande brigantino a vela del mondo. Nave Italia, che sembra uscire da una stampa dell’800, è stata costruita nel 1993: linee ed armo classico in uno scafo moderno, sicuro e confortevole.

Vincenzo Grienti

Author: GDS

Share This Post On