Uomini della Marina: di generazione in generazione la tradizione navale italiana

Gli “Uomini della Marina” raccontati attraverso le biografie dei protagonisti dall’Unità d’Italia alla nascita della Repubblica. Ufficiali, sottufficiali, marinai e civili vicini alla vita della Marina sono state raccolte nel Dizionario Biografico di Paolo Alberini e Franco Prosperini edito dall’Ufficio Storico della Marina Militare e presentato in occasione del Salone del Libro di Torino 2015.
“Il Dizionario annovera quei personaggi che, soprattutto nel periodo successivo alla nascita e alla formazione della Nazione, hanno trasceso il semplice campo professionale per affermarsi come politici, diplomatici, studiosi, esploratori, rientrando di diritto nella più vasta e generica accezione di italiani illustri” spiegano nell’introduzione i due autori, gli ammiragli Alberini e Prosperini.

 

 

 

X_MAS_1939

(Nella foto: componenti della 1ª Flottiglia MAS nel 1939. Da sinistra a destra sottotenente di vascello Luigi Durand de la Penne (medaglia d’oro), il comandante Teseo Tesei (medaglia d’oro), comandante Bruno Falcomatà (medaglia d’oro), il capitano di fregata Paolo Aloisi (medaglia d’argento), Gian Gastone Bertozzi (medaglia d’argento), tenente di vascello Gino Birindelli (medaglia d’oro), comandante Gustavo Maria Stefanini, guardiamarina Giulio Centurione)

 

Scorrendo le pagine di “Uomini della Marina” è possibile ripercorrere le gesta dell’Ammiraglio Paolo Thaon di Revel che cento anni fa in occasione della Grande Guerra organizzò la strategia vincente della Regia Marina già da prima dell’entrata in guerra nel primo conflitto mondiale dell’Italia. E poi eroi come Andrea Bafile, Durand De La Penne, Luigi Rizzo e moltissimi altri testimoni virtuosi a cui anche oggi è possibile ispirarsi. Infatti, ogni singola biografia contenuta in questo Dizionario induce a riflettere in quali condizioni storico-sociali, culturali e operative, si trovarono questi “Uomini della Marina”.

Le biografie raccolte dagli Ammiragli Alberini e Prosperini non sono delle semplici schede storico-biografiche. Al contrario, il lavoro minuzioso di ricerca storico-documentale dei due autori, anch’essi “Uomini della Marina”, danno vita a un’opera di componimento che mette insieme, annoda e ricongiunge, combina e rilega una narrazione che aiuta a “leggere” la realtà.

“Con questa specifica opera, antesignana nel suo genere, che recepisce le aspettative dei vertici di Forza Armata in termini sia divulgativi sia di approfondimento storico, l’Ufficio Storico che ho il privilegio e l’onore di dirigere tende ad avvicinare la Marina Militare a un vasto pubblico, per il quale la conoscenza degli uomini che hanno illustrato la Forza Armata o che sono stati protagonisti di particolari eventi, a partire dal tempo della sua costituzione, riveste un particolare interesse culturale – spiega il capitano di vascello Giosuè Allegrini, capo dell’Ufficio Storico della Marina Militare -. In particolare, l’opera richiama ai valori di Patria e Onore che sono tradizionale appannaggio di chi tuttora indossa, o ha indossato nel corso della propria esistenza, l’uniforme blu-mare”.

ringraziamenti

(nella foto l’equipaggio della Pirofregata Vittorio Veneto durante la campagna d’istruzione del 1886
Foto Archivio storico della Marina Militare)

Il proposito che ha guidato gli autori alla compilazione di quest’opera, nella forma di dizionario biografico (non ancora presente nella pur vasta editoria dell’Ufficio Storico della Marina Militare e delle altre Forze Armate), nasce dall’esigenza degli studiosi di storia navale di poter disporre di una pubblicazione che tratti della vita e dell’attività degli uomini che per attività, in pace e in guerra, per carriera e per formazione professionale, hanno fatto la storia della Marina.

“Il titolo illustra ampiamente il concetto informatore dell’opera – sottolinea il comandante Leonardo Merlini, capo sezione editoria dell’Ufficio Storico della Marina -: non dizionario enciclopedico, ma biografico, a carattere nominativo, dove l’esame della vita, delle opere e dell’attività professionale assume la forma di un compendio completo di informazioni, di contenuto conciso, ma esauriente e di facile e snella consultazione. Gli autori si sono avvalsi di fonti documentali e iconografiche esistenti presso l’Archivio dell’Ufficio permettendo la redazione di 800 schede biografiche e la selezione di immagini e fotografie poste a corredo, in gran parte inedite”.

Il dizionario tratta degli uomini di ogni grado, corpo e categoria – ufficiali, sottufficiali, marinai – e dei civili vicini alla vita della Marina, che si sono particolarmente distinti per azioni, pensiero, opere e carriera. Essi costituiscono quel patrimonio della Forza Armata che ha visto nel corso della vita nazionale una Regia Marina prima e una Marina Militare poi, in continuità di azione, di spirito e di ideali.
Azioni, pensiero, opere e carriera costituiscono i filtri che più concordemente concorrono al concetto di “uomo della Marina” cercando di conseguire piena e razionale rispondenza a criteri di obiettività e imparzialità nella scelta della persona da includere in un “chi è di Forza Armata”.

Il volume infine annovera quei personaggi che, soprattutto nel periodo successivo alla nascita e alla formazione della Nazione, hanno trasceso il semplice campo professionale per affermarsi come politici, diplomatici, studiosi, esploratori, sportivi, artisti, rientrando di diritto nella più vasta e generica accezione di “italiani illustri”. Il taglio temporale, nell’intento di garantire imparzialità di giudizi e di scelta, abbraccia un periodo limitato ma significativo, dal 1861 al 1946, che prende avvio dall’unità nazionale fino alla proclamazione della repubblica, lungo un arco di tempo – ottantacinque anni – molto travagliato e rilevante di storia patria (guerre, di cui due di indipendenza, tre coloniali, due mondiali, una crisi economica e sociale che ha interessato continenti e l’avvento di un regime dittatoriale).

Vincenzo Grienti

 

 

Le condizioni di vendita sono consultabili al seguente link:
http://www.marina.difesa.it/storiacultura/ufficiostorico/Pagine/Conizionidivendita.aspx

Author: GDS

Share This Post On