13 agosto 1961, la costruzione del Muro di Berlino divise in due la Germania e l’Europa

Nella Repubblica federale tedesca veniva chiamato “Berliner Mauer” mentre nella Repubblica democratica tedesca veniva ufficialmente definito “antifaschistischer Schutzwall”, ossia “Barriera di protezione antifascista”. Più comunemente era chiamato “Il Muro di Berlino” e la sua costruzioine iniziò il 13 agosto 1961. Il muro separò in due la città di Berlino per quasi 28 anni, fino al 9 novembre 1989, giorno del suo crollo che portò all’apertura delle frontiere con la Repubblica federale. Negli anni successivi alla sua costruzione tra Berlino Ovest e Berlino Est la frontiera era fortificata da due muri paralleli di cemento armato, separati dalla tristemente famosa “striscia della morte” larga circa dieci metri. Furono anni difficili e drammatici anche per via di molti tentativi di fuga “verso la libertà” da parte di centinaia di persone spesso finite nel sangue. Infatti si stima furono uccise dalla polizia di frontiera della DDR almeno 200 persone mentre cercavano di superare il Muro verso Berlino Ovest.

Il Muro, della lunghezza di oltre 150 chilometri prima venne costruito con filo spinato e pietra, poi negli anni seguenti rinforzato con cemento armato. Diventò il simbolo della Cortina di Ferro, della divisione del mondo in due blocchi contrapposti, dell’opposizione tra l’Est del Patto di Varsavia e l’Ovest del Patto Atlantico. Un monumento nel cuore dell’Europa destinato, per fortuna a crollare il 9 novembre 1989, dopo l’implosione del comunismo sovietico e l’avvento della “perestrojka” e della “glasnost”. Infatti dopo settimane di disordini in Germania dell’Est fu annunciata la libera circolazione: decine di migliaia di persone si riversarono nelle strade davanti allo sgaurdo attonito dei poliziotti che non poterono far altro che lasciarli passare. Poi l’immagine che è rimasta il simbolo della libertà e della fine di un incubo: l’abbraccio tra i tedeschi della Germania dell’Est con i loro connazionali della Germania dell’Ovest. A colpi di martello molte persone aprirono uno squarcio e il muro cessò di tagliare in due la Germania. Poi nel 1990 la riunificazione il 3 ottobre 1990.

Author: GDS

Share This Post On